La rassegna collaterale del Venezia Jazz Festival sulla fondamenta di Cannaregio è sospesa in attesa di chiarimenti sui permessi da parte del Comune di Venezia

Con grande rammarico, vi informiamo che la rassegna collaterale del Venezia Jazz Festival organizzata da Veneto Jazz sulla Fondamenta di Cannaregio alla quale noi ogni anno collaboriamo, prevista per partire venerdì 28 giugno e proseguire ogni venerdì e sabato fino al 21 settembre con una pausa in agosto, è stata sospesa.

Quest’anno, nonostante il supporto che il Comune di Venezia ha sempre dato, non ha ricevuto risposta alla  richiesta di permessi da parte di Veneto jazz fino alle 16:00 del 28 giugno, il giorno stesso dell’inizio della manifestazione. Il permesso concesso 4 ore prima dell’inizio della manifestazione prevede una riduzione significativa del programma e richiede che le esibizioni avvengano senza alcuna amplificazione.

Queste limitazioni, purtroppo, compromettono la qualità delle esibizioni e rendono impossibile la realizzazione della rassegna come previsto. Siamo quindi costretti a sospendere temporaneamente la manifestazione in attesa di ulteriori chiarimenti e ci auguriamo di un dialogo costruttivo.

Desideriamo sottolineare che la  rassegna si è sempre distinta per il rispetto dei volumi e della pressione acustica, con esibizioni di alta qualità che rispettano i limiti stabiliti. I concerti hanno sempre concluso alle 23:00, spesso anche in anticipo, e il pubblico del Venezia Jazz Festival è composto da appassionati di musica jazz, ben lontano dal concetto di “movida”. La manifestazione ha sempre avuto l’apprezzamento della stragrande maggioranza del vicinato richiamando un pubblico composto ed educato.

Pubblicheremo a breve la motivazione ufficiale con cui la polizia municipale giustifica queste limitazioni, che di fatto equiparano questi concerti ad attività di disturbo della quiete pubblica. Crediamo che una manifestazione di così alto valore culturale meriti di essere preservata e sostenuta.

Chiediamo un dialogo costruttivo e urgente con tutte le parti coinvolte, nella speranza di trovare una soluzione che consenta la continuazione della rassegna, salvaguardando sia il rispetto delle norme che la qualità dell’esperienza per il  pubblico.

Ringraziamo tutti voi per il vostro continuo supporto e comprensione. Speriamo di potervi aggiornare presto con notizie positive.

Condividi